Un regalo inconsueto

Nel faldone che contiene le carte che mio nonno conservò tutta la vita, c’è una lettera che mi appare decisamente inquietante, per le cose che dice e, soprattutto per il regalo che contiene.

È stata scritta il 6 gennaio del 1889, è indirizzata al fanciullo Enrico Lopez e i mittenti sono lo zio, di parte materna, Filippo e sua moglie Tecla. Il testo è il seguente:

Caro Enrico

Sapendo quanto la tua cara mammà ti amava e quanto tu la riamavi e ne serbi sacra memoria tuttora, affinché questa non abbia mai da venire meno in te, pensiamo regalarti la tomba di tua nonna (Costanza Torti in Lopez) affinché tu possa farci deporre la salma della tua madre e ne abbi tutta la custodia e la cura d’ambedue, che di cuore te affidiamo.

Questo è il dono che ti fanno i tuoi zii, certi che sarà sempre il più prezioso al tuo cuore. Ciò ci confermerà il vedere che tu crescerai saggio, buono e studioso, tale quale noi te si desidera e dalla cara memoria di tua madre si sognava.

Ricevi infine tanti baci e auguri dai tuoi zii

Filippo Lopez-Celly

Tecla Lopez”.

Dentro una busta con su scritto "Al fanciullo Enrico Lopez S.P.M", assieme alla lettera di cui si parla nel testo, c'era questa ricevuta del 1855. La somma di Scudi 22,72 "per concessione di un sito particolare in detto Cimiterio, a fine di Umare il Cadavere della fu Costanza Torti"

Posso provare a immaginare la reazione di chi legge, ma chi scrive è rimasto abbastanza colpito, più o meno come da un cazzotto alla bocca dello stomaco.

Ma come è possibile? Stiamo parlando di un bambino (pardon, fanciullo) di neanche 8 anni, che ha perso da sei mesi la madre (Ernesta Lopez-Celly morì l’11 luglio del 1888 a 44 anni); un bambino che il padre evidentemente non vuole, dacché, unico tra i 5 fratelli e sorelle ancora viventi, non vive nella casa paterna di Via della Longarina, ma, morta la madre (e probabilmente anche prima), vive come figlio putativo presso un’altra famiglia.

A questo fanciullo, cui viene  negato il cognome (“al fanciullo Enrico Lopez”), viene regalata la tomba della nonna perché vi possa far seppellire la madre (lui, un bambino di 8 anni)? C’è qualcosa di non comprensibile con la mentalità d’oggi in questo amore. Ma comunque, in questo amore, c’è qualcosa di malsano.


Questa voce è stata pubblicata in Documenti. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...