Menù con sorpresa

Il 4 aprile del 1908, al Restaurant Cova di Milano, la famiglia si ritrova intorno a un tavolo a festeggiare gli 80 anni della mamma, nonna, bisnonna Natalia Wollf Steinberg. Non sappiamo quanti, né chi fossero. Sappiamo però che cosa mangiarono quel giorno, da un menu che anni dopo qualcuno mandò a Mimy Galantini a Roma (Mimy, o Mimi, o Myriam, uno dei tanti modi in cui veniva chiamata Maria).

Il menu del Restaurant Cova per gli 80 anni di Natalia Wollf Steinberg

Il menu porta in testa due grosse ghirlande floreali su fondo viola, con i numeri 8 e 0, all’interno delle quali ci sono le foto di due pronipoti e della festeggiata, nata a Erfurt, appunto, il 4 aprile del 1828.

La prima portata è un Potage Oxtail, una minestra di coda di bue, stando almeno alla traduzione letterale. Segue una Trota di fiume bollita, con patate lesse e salsa mousseline (se capisco bene, una specie di maionese con la panna).
E poi un trio di carni. Sella di vitello Maria Stuarda. Suprema di pollo in bellavista. Fagiani di Boemia in voliera con insalata primavera. Un altro contorno è rappresentato da Asparagi a mazzetti al parmigiano.
Si chiude con Pezzi di gelato fantasia, Feuillantines (delle specie di crêpes), Dessert.
Il tutto annaffiato da Castel Bracciano bianco Valle d’oro in caraffa e da Champagne Piper Heidsieck. E alla fine caffè e liquori.

Giorno di festa per la matriarca: 80 anni, all’epoca, è un’età non disprezzabile. Festeggiata da figlie, nipoti e pronipoti. Chissà se era ancora vivo (ma ne dubito) il marito Solomon Steinberg…

Sul retro del menu, un appunto di Maria getta un po’ di luce sulla sua famiglia, almeno del ramo dalla parte di sua madre. Ne parlerò in una prossima occasione, scrivendo dell’album di foto di Maria (da cui estraggo le due foto qui sotto dei nonni di Lipsia, Natalia e Solomon) con i volti e i corpi che questo contiene, in molti casi, per noi, ormai volti e corpi senza nome. Qui voglio solo ricordare chi sono le due bambine che “riempiono” l’8 nel menu. Sono le due pronipoti Anita Friedlaender (in alto) e Rita Karfel, figlie di due cugine di Maria.

Natalia Wollf

Solomon Steinberg

Questa voce è stata pubblicata in Documenti. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...